MI MANCHI TERRIBILMENTE

Scivola il mio sguardo
e si tuffa
nel blu dei tuoi
occhi
ricordi
di un tempo
lontano
ma vicino nel
cuore
vive
nei miei giorni
le emozioni
di quei momenti
stupendi
trascorsi
insieme
a parlare
parlare di te
parlare di me
parlare a volte
un po’ di nulla…
e poi…

D’improvviso una lacrima
scivola delicata
sul mio volto e…
non mi stupisco
perché sento
ancora forte
una stretta
al cuore
se ripenso a te
a Cesenatico
a quei giorni
persi per sempre
ma vivi in eterno
nei nostri sogni…

Mi manchi…
terribilmente…

QUANDO PENSO A TE

E vorrei dirti tutto
ma tutto
non so cos’è

Esistesse un modo
per uscire
dal mio cuore
ed entrare
nel tuo
senza passare
attraverso le mie
parole…
giuro lo farei

Invece sono qui
che fisso il bujo
e mi convinco
che non esistano parole
per spiegarti
a modo
mio cosa provo
adesso
sono confuso

Poi penso a te
e sento un brivido
che mi corre lungo
la schiena
e si tramuta
in sorriso
quando arriva
sul mio volto
penso a te
e sento una stretta
al cuore
come se mi stessi
accarezzando

Sento di doverti parlare
e forse lo farò
o forse non troverò
il coraggio
di mostrarmi così
dolce
fragile
tenero
come mi sento
quando penso
a te.

INNAMORATO DI TE

Mi piacerebbe
svegliarmi domattina
uscire come al solito
fissare una ragazza
e decidere che
sarà lei la prossima

Mi piacerebbe
svegliarmi domattina
col cuore sgombro
da ogni pensiero
e guardarmi attorno
come fossi in cerca
di nuove emozioni…

Mi piacerebbe
molto di più però
svegliarmi domattina
e trovare il coraggio
di venire sotto casa tua
e urlarti in ginocchio che
non posso scordarti
che non sono capace
di chiudere il cuore
in un cassetto
e fare finta
che non conti nulla
per me…

Mi piacerebbe
ancora di più
svegliarmi domattina
e sapere che anche tu
come me
stai pensando
che mi vorresti vicino
che stai pensando
a me…

Non sono capace
di mentirti
non sono capace
di farmi piacere chi mi pare
forse sono un incapace
o forse sono solo
bravissimo
ad innamorarmi
innamorarmi sul serio
innamorarmi teneramente
innamorarmi come
mi è successo con te.

GIA’ TI PENSO

Forse solo una settimana
o forse molto di più…
mi piacerebbe
scoprirlo ora
subito
ma non si può
e già mi angoscia
l’idea di svegliarmi
domattina
in un letto che
non sento più mio
e sapere che
non ti potrò
vedere
che non sarà possibile
guardarti di nascosto
sperando di incrociare
nei tuoi occhi
lo stesso sguardo
felice di vedermi
che forse non è mai
esistito
che forse ho solo
immaginato
in tutti questi giorni
sperando che anche tu
nutrissi il mio stesso
desiderio
di incrociare il mio fiato
e di sfiorare
le mie labbra.

VORREI SENTIRE

Vorrei sentire
ogni giorno
il calore del tuo
sguardo
soffermarsi su
di me.

Vorrei sentire
ogni giorno
la dolcezza del tuo
sorriso
regalarmi il buongiorno.

Vorrei sentire
ogni giorno
il profumo inebriante
della tua pelle
che scivola delicatamente
sulla mia.

Vorrei sentire
ogni giorno
il sapore
delle tue labbra
che sfiorano
teneramente
le mie…

RASSEGNATO

E per l’ennesima volta
mi basta chiudere
gli occhi
per trovarti

davanti a me
forse un miraggio
forse un bel sogno
o forse solo un
ricordo inafferrabile.

Mi è successo
ancora una volta
come un tempo
di innamorarmi
romanticamente
e come tutte le volte
sono certo che
rovinerò tutto
con la mia stessa
poesia
forse l’ho già fatto
o forse sono solo
rassegnato all’idea
che capiterà.

Non vorrei rinunciare…
e così dolce l’idea
di averti solo mia…
ma dentro di me
forse l’ho già fatto
e piange il mio cuore
lacrime che
non verserò mai…

Mi sento un idiota
mentre ti guardo allontanarti
e riapro gli occhi
senza accorgermi
che sto già
piangendo…

UN POMERIGGIO DIVERSO

Ti guardo e penso
al sapore della
bellezza
che ti sfiora un giorno
e non ti lascia più.

La trovi ovunque
anche quando e dove
non la cerchi
la trovi nascosta
nel volto di una donna
che non avevi notato
la trovi lì
che ti aspetta
ed è così che
ho chiuso in una
boccetta qualunque
un po’ di quell’acqua
così calda e
così magica
che ha scoperto
il tuo sorriso
regalandomi un
sogno… che
spero non finisca ora
né presto.

PREFAZIONE

Capita una sera, una sera come tante altre, dovresti uscire… Invece i tuoi programmi saltano e ti ritrovi solo a casa a guardare un film e a pensare. E proprio mentre pensi, capita all’improvviso, senti qualcosa… Qualcosa di conosciuto, qualcosa che sei convinto d’aver già sentito, ma non capisci cos’è e, allora prendi un foglio bianco e cominci a scrivere e scrivere senza sapere cosa scrivi. Capita una sera, una sera un po’ particolare, mentre stai scrivendo non sai cosa, che ti accorgi che ti è successo ancora, ti sei innamorato, come un tempo, ti sei innamorato di una ragazza, che ancora non lo sa e forse non lo saprà mai… ti sei innamorato teneramente del suo sguardo, del suo profumo e… E basta, perché non sai nulla di lei, non l’hai mai baciata e… Non sei nemmeno certo di piacerle. Capita una sera, una sera speciale, quando ti accorgi di essere innamorato di una ragazza sconosciuta, che decidi di voler scrivere molto e ancora di più solo per lei. Sai bene quanto sia folle, quanto ti rovinerà, quanto ti trascinerà in un vortice nel quale sei entrato tanto tempo fa e non sei riuscito ad uscirne per lunghi anni… Ma sei convinto ne valga la pena, senti dentro di te qualcosa di speciale, qualcosa di strano e terribilmente irresistibile così… Così incominci una nuova raccolta di Poesie, e per la prima volta nella tua vita la prefazione è davvero scritta prima delle Poesie, non sai nulla di questa ragazza e non sai nulla delle Poesie che ne nasceranno, ma dentro di te sai di averne già molte e sai di averne anche già scritte… Capita una sera, una sera unica nel suo genere, o almeno lo speri, perché è una di quelle sere in cui non sai come ti senti, non riesci a capire se stai bene o se stai male. Ti senti a mille perché ancora una volta la tua poesia non ti ha lasciato, ma anzi è sempre lì pronta a cullarti quando stai male. Ti senti triste perché c’è qualcosa di grande chiuso nel tuo cuore, e non sei certo di essere capace di liberarlo. L’ultima volta che è capitato… C’hai messo forse poco del tuo e poi… Poi era una persona speciale, che indirettamente conoscevi da una vita. Capita una volta sola nella vita, di scrivere qualcosa di grande e vero che provi per una persona, sperando che lei legga tutto prima che tu possa dirglielo. Capita un volta sola e ti fa sentire stupido, ma questa sera ti sembra l’unico modo di arrivare al cuore di una persona che forse non si è nemmeno accorta di te…

&alt=rss
ANCORA LA PIOGGIA

Ancora in viaggio
ancora in treno
ancora verso casa
ancora per la
fine di qualcosa
che non scorderò
facilmente e…
ancora pioggia
a rattristare il cielo
a rattristare il mio
cuore che pensa
a voi ma non
piange per la
speranza di
incrociare un giorno
ancora una volta
la vostra strada
e sarà il sole
ad arricchire il
nostro incontro
di una luce
che è gioia
è vita
è crescere insieme
e sarà
ancora la pioggia
a salutare
il nostro
addio
che sperò non
sarà per sempre
nemmeno quel giorno.

A presto Diablo!

RIAFFIORA IL PASSATO

Il bujo scorre rapido
nel finestrino
accanto a me
televisore di un
mondo di un paesaggio
che cambia ripetutamente
ed io cresco
e cambio
assieme a lui.

Passeggero in questo
mondo e
passeggero su questo
treno che
accende la mia poesia
e mi rituffo
nel mio passato
e ti ritrovo là
dove ti ho lasciata
quasi quattro anni fa
e sei sempre un sogno
che non afferrerò mai
ma che ora
non fa più male
fa solo sorridere
e pensare…
pensare che da piccoli
ci si innamora facilmente
di persone anche sconosciute
ci si innamora teneramente
di persone che incrociamo appena
ci si innamora forse
superficialmente…
ma
a volte
ci si innamora
per sempre.