E TI SOGNO

Esplode il mio stress
in una poesia
la mia valvola di sfogo
e come per incanto
una giornata
grigia
nera
nerissima
diventa un dolce pensiero.

Hai invaso ogni
mio sogno
hai sfondato le porte
del mio cuore
e penso a te
ch’io lo voglia o no
penso a te
al tuo sguardo
travolgente
che trafigge e sconfigge
ogni nuvola nera
in ogni mio giorno difficile.

Sei ossigeno
in mezzo allo smog
sei acqua fresca
in mezzo al fango
sei un raggio di sole
attraverso le nuvole
e ti sogno…

DESIDERIO DI TE

Trepido
dalla voglia di vederti
palpito
al pensiero che presto
ti rivedrò e…
Ripenso all’ultima volta che
il tuo sguardo ha sfiorato
le mie labbra
riaccendendo in me
la voglia di baciarti,
Come tre mesi fa
quell’incredibile 2 dicembre
ricordo come ieri
brividi sulla pelle
le gambe molli
tanta paura e
una sola certezza…
Desiderio di te.

HO PAURA

Apro il mio libro
con pagine argentate
e inizio a specchiarmi
non capitava da tempo.

Cerco tra pagine
bianche
risposte a domande
impossibili
e tu sei lì
che ruoti attorno
ai miei pensieri
e non sto bene
non sono sicuro.

Ho paura di
accontentarmi
ho paura che tu non sia
ciò che voglio
ma solo un rimedio a
questa solitudine
pesante come
il dubbio
straziante
di averti illuso
di essermi illuso.

Ho paura di
volerti
ho paura che tu non sia
pronta e non voglio
forzare una storia
impossibile…

Ho paura
terribilmente paura
che tu non capisca
la mia paura
ho paura
ho davvero paura
ho solo paura
quanto ho voglia
di vederti…

BISOGNO D’AMORE

Ho lanciato
una pietra
nel mare
sperando che le onde
si allarghino
e distendano
fino ad incontrare
un’isola felice
su cui infrangersi
e schizzare
sull’erba della riva
per lasciarsi
coccolare dal vento
e trasformarsi
col tepore del sole
in sostanza e nutrimento
per quell’erba
che ha solo bisogno
di sentirsi amata…

VORREI…

Cerco nei tuoi occhi
il coraggio di baciarti
ma sorpreso
trovo solo una poesia
un’altra poesia
forse diversa
forse solo una delle tante
ma…

Vorrei che
fosse dolce
come il mio desiderio
di sfiorare le tue labbra

Vorrei fosse sincera
come la mia passione
per il tuo sguardo ammaliante

Vorrei fosse viva
come il tuo sfrenato entusiasmo

Vorrei fosse tua
come vorrei che tu
fossi mia.

UNA STORIA IMPOSSIBILE

Chiuderò gli occhi
per non vedere la tua
assenza accecante

Mi tapperò le orecchie
per non sentire il tuo
silenzio assordante

Mi volterò
per non soffrire il
gelo dei tuoi passi che
si allontanano pungenti…

Ma finirò per piegarmi
sotto il peso
della tua importanza
nella mia vita

Vittima del tuo volto
incantevole
anche ora
nei miei ricordi
di uomo solo
e disilluso
da una storia impossibile.

LA SOLITUDINE

La solitudine ogni tanto
busserà alla tua porta
ma non lasciarla fuori
falla entrare
nel tuo cuore
lascia che si scaldi
e che ti avvolga
con la sua malinconia
imparerai che
non è così malvagia
e lei capirà
che non ti fa così paura.

La solitudine è solo
un brivido
che rende più insicuri
i tuoi passi ma…
se impari a non temerla
diventa una forza
che ti spinge avanti
oltre i tuoi confini.

La solitudine
sono io che scrivo
questa poesia
mentre penso a te
che pensi a un altro
ma solitudine
è la stessa forza
che strilla forte dentro me
il suo desiderio
di non arrendersi
perché forse un giorno
potrò averti mia
come nel più dolce
dei miei sogni.

SDEGNATO

Ed io grido
il mio dissenso
il mio disgusto
verso questo rivoltante
mondo dell’informazione.

Un mondo schifoso
dove la verità oggettiva
diventa multiforme ed
opinabile
secondo i tiramenti
del giornalista che
la propone.

Non riusciamo a conoscere
neppure dati oggettivi
l’esatta età anagrafica
di una delle solite
vittime di un sistema malato
come possiamo sperare
di conoscere la verità
non documentata
dei fatti
la verità raccontata dalle
emozioni dei testimoni
o delle vittime
come possiamo fidarci
di uno stato e di un giornale
che ci fornisce informazioni
su misura
ponderate sui fenomeni di massa
studiare per scatenare
reazioni schifosamente
calcolate a tavolino!

Sono pessimista lo so
forse crederete esagerato
invece io sono solamente
STUFO
stufo di dover star zitto
stufo di dover sopportare
stufo di dover tenere per me
questa rabbia che scorre
nei miei occhi!

UN PICCOLO REGALO

Ti porgerei un sorriso
se bastasse
a sdebitarmi

Ti porgerei una carezza
se bastasse
a ringraziarti

Ma la tua pazienza
e la tua amicizia
valgono almeno
un regalo semplice
ma onesto
umile
ma sincero…

Ecco la magia
della nostra
amicizia
rinchiusa teneramente
nel sorriso
che compare
sul tuo viso
quando riceverai
questo piccolo gesto

Ti voglio bene
e voglio solo
ringraziarti
per aver lottato
perché la nostra
amicizia
resistesse nel tempo…

TORINO D’AUTUNNO

Un vento leggero
che scrolla le fronde
la vista annebbiata
dal sole basso
riflesso dai
colori caldi d’autunno…
Il crepitio
dei miei passi
su un letto giallo
di foglie secche
mentre attraverso
una pioggia
di foglie verdi…
Nessuna città
mi emoziona quanto
Torino d’autunno.